La guerra degli Hamburger è iniziata: Eataly vs Mc Donalds

Oscar Farinetti ha lanciato la sfida con l’Hamburgheria di Eataly che realizza cibo tipicamente da fast food, ma con prodotti di qualità e tutti made in Italy, poi ecco subito Mc Donalds con il panino Gran Chianina di carne italiana ed, infine, l’organico di Baobab. Il panino si fa più gustoso e ne guadagna la nostra salute.

Mc_Donald_PaninoLa crisi e lo stress quotidiano ci costringono a vivere tutto a ritmi serrati, così sono davvero in pochi coloro i quali a pranzo si possono comodamente sedere a casa o al ristorante per gustare un pranzo completo, moltissimi invece sono costretti ad accontentarsi del classico panino. Così, assieme all’alimentari sotto casa e a Mc Donald si affacciano su questo mercato anche Eataly di Oscar Farinetti, con una linea di locali denominata l’Hamburgheria e Baobab, che punta sull’hamburger organico (cioé per vegani).

La sfida tra i tre è molto accesa, così se da una parte Eataly punta tutto sulla qualità, con un menu che costa qualche euro in più, dall’altra Mc Donalds cerca di tenere botta sulla qualità e con il nuovo panino “made in italy” lanciato in questi giorni, probabilmente, sfida proprio le Hamburgherie di Farinetti “foderando i nuovi panini” con la scritta “Il meglio è servito” dimostrando di non temere la concorrenza sulla qualità. Poi c’è Baobab che invece punta su tutti coloro hanno abbandonato la carne, ma vogliono togliersi comunque lo sfizio di un panino a pranzo o a cena.

Eataly_HamburgeriaE i prezzi? Mc Donalds resta quella più accessibile con il nuovo Gran Chianina, con carni italiane, venduto a 6,90 euro con una bibita o a 8,90 euro con il menu completo di patatine (e il panino è abbastanza sostanzioso e gustoso).

Eataly pur costando qualcosina in più, il solo panino costa dai 5 ai 7 euro, offre il menu con bibita (comprese bicchiere di vino e birra, o altro a scelta) e una bella porzione di patatine, oltre alla possibilità di scegliere quali salse aggiungere. Il panino “classico” è buono (con la carne che ha il sapore di carne, per intenderci), sopra la media gli hot dog (anche con pancetta e salsa allo Yogurt), il formaggio usato per i “Cis-giotto” (alias cheeseburger) invece è un po’ “fuoriluogo”. Da provare anche i prodotti di stagione e le stuzzicherie. Inoltre per gli amanti del genere nelle hamburgherie, in pieno stile Eataly, è possibile trovare anche prodotti come pasta, caramelle e altro da portare a casa.

Baobab con il suo hamburger di branzino, o di altre componenti, è quello più caro del lotto, con una spesa media di 15-18 euro, la qualità è alta e le soluzioni “alternative” non fanno rimpiangere la carne, ma è una soluzione per “appassionati del genere” non per chi vuole un succulento hamburger stile americano.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi