La ginnastica in gravidanza aiuta nello sviluppo celebrale

Chi dice che durante la gravidanza bisogna necessariamente stare a riposo si perde i dettagli dell’ultima ricerca “sfornata” dall’Università di Montreal presentata durante il congresso di Neuroscienze 2013 tenutosi a San Diego.

Le mamme devono praticare un po’ di movimento per aiutare lo sviluppo celebrale del bambino che portano in grembo, in questo modo il cervello del nuovo nato si presenterà già dai primi giorni di vita più maturo e reattivo di fronte a determinati stimoli.

Per giungere a tale conclusione i ricercatori hanno scelto alcune future mamme al secondo trimestre di gravidanza, dividendole poi in due gruppi: nel primo le donne hanno praticato 20 minuti di sport per tre giorni alla settimana, nel secondo gruppo, invece, hanno continuato con una vita controllata e sedentaria.

Pochi giorni dopo la nascita dei bebè i ricercatori hanno misurato quali-sport-in-gravidanzala capacità di reazione celebrale durante il sonno utilizzando stimoli sonori; i risultati hanno dimostrato che i bambini nati dalle mamme più attive hanno un’attività neuronale più matura rispetto ai bimbi di mamme più sedentarie e meno “sportive”.

Gli scienziati continueranno comunque le loro ricerche e cercheranno di comprendere se lo sport in gestazione ha anche degli effetti sullo sviluppo linguistico, cognitivo e motorio del bambino.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi