Katy Perry: accusata di razzismo agli AMAs per essersi vestita da geisha

Ha entusiasmato i suoi fan, quando è apparsa in kimono, durante un tour in Giappone, all’inizio di questo mese. Ma per gli American Music Awards, la sua performance non ha avuto lo stesso successo! La cantante è stata accusata di razzismo, dopo essersi vestita da geisha, all’apertura dell’evento a Los Angeles.

Su Twitter, diverse persone hanno criticato Katy Perry di “appropriazione della cultura asiatica”, per la sua splendida performance di “Unconditionally”, all’inizio dello spettacolo. La cantante 29enne è apparsa sul palco con l’abito tradizionale giapponese, un forte make-up agli occhi e con il viso bianco-porcellana.

Non è la prima volta che Katy Perry viene accusata di razzismo verso le culture asiatiche. In un’intervista con Jimmy Kimmel, nel mese di giugno, la cantante aveva scatenato delle polemiche, nel parlare della cultura giapponese; aveva dichiarato:

sono ossessionata dai giapponesi. Mi piace tutto katy perrydi loro e sono così meravigliosi umanamente…sono così ossessionata che voglio indossare la loro pelle come Versace!“.

Ovviamente, dalle parole si percepisce lo scherzo e l’ammirazione verso la diversa cultura. Certamente, Katy Perry non sarà come Crudelia De Mon, ossessionata dalla pelle dei dalmata per le sue pellicce maculate! Non credete?

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi