close

Francia: arriva il sì del Parlamento ai matrimoni gay

Il Premier francese Hollande e il suo Governo di centrosinistra incassano la prima vittoria in Parlamento per la possibilità di celebrare matrimoni tra persone dello stesso sesso. L’Assemblea Nazionale Francese ha votato con 249 voti a favore e 97 contrari, il primo passo verso le unioni gay. Dopo questa prima decisione sia in Francia che nel Mondo (soprattutto Cattolico) sono state tante le reazioni.

francia_nozze_gaySe da una parte le comunità gay esultano francesi (e non solo visto che si potranno sposare in Francia anche persone di altri paesi europei) per quello che reputano un gesto di civiltà e il riconoscimento di uno stato, che non può essere più negato. Dall’altra i cattolici con in testa il Presidente della CEI, Cardinal Bagnasco attaccano con parole durissime la scelta del Governo francese. E in Francia si programmano nuove manifestazioni contro questa legge, come quelle delle settimane scorse che con lo slogan “Una mamma e un papà per i bambini” hanno animato le piazze e il dibattito.

Lo stesso Bagnasco stigmatizza questa scelta dicendo che “Siamo sull’orlo del baratro” e intima al futuro Governo italiano di non imitare Parigi sulla via dell’equiparazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso a quelli eterosessuali. Un’ingerenza pesante da parte della Chiesa nella vita civile e laica del nostro Paese, cui molto probabilmente a causa delle elezioni imminenti, nessuno dei leader di Sinistra risponderà con un muro contro muro.

Tag:, , , , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page