Facebook può essere causa di disturbi alimentari nelle adolescenti?

Le adolescenti, che passano ore a “sfogliare” digitalmente gli album fotografici su Facebook, hanno più probabilità di avere problemi legati all’immagine corporea, come i cosiddetti disturbi alimentari. Il problema non è innescato dal tempo complessivo trascorso sul social network, ma dalla durata del tempo dedicato a guardare le proprio foto e quelle di altre persone.

In parole povere, più si guardano le foto su Facebook, più è probabile che si innesca la sensazione di essere troppo grassi o di avere una forma del corpo sbagliata. Ciò porta a problemi di immagine corporea, che possono causare seri disturbi, come l’anoressia o altri disturbi alimentari.

Tali dichiarazioni sono il risultato di uno studio, condotto dai ricercatori della American University, Washington. Questi hanno analizzato l’uso di Facebook da parte di 103 ragazze adolescenti, che sono state sottoposte, anche, ad un questionario psicologico, per testare il livello di soddisfazione del proprio corpo.

I ricercatori Evelyn Meier e James Gray hanno spiegato: facebook episodi psicotici delusioninon è il tempo totale speso su Facebook o su Internet, ma la quantità di tempo sul social network dedicato nel guardare le foto. Tale attività è associata ad una maggiore internalizzazione dell’ideale del magro, un’auto-oggettivazione, insoddisfazione del peso, e una spinta verso il dimagrimento”.

Perché puntare il dito verso Facebook? Come affermano i ricercatori, il vero problema è che, per molti adolescenti, il social network ha sostituito le tradizionali conversazioni faccia a faccia. Ciò significa che le persone vedono gli altri in una sorta di forma “digitalizzata”, nel momento in cui guardano le loro foto dal sito, piuttosto che vederli, in carne e ossa.

 

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi