Donne più intelligenti degli uomini: lo dice la scienza

Donne, siamo sempre state consapevoli di essere  superiori agli uomini, anche se la società per secoli ci ha remato contro;  ma adesso la conferma arriva anche dalla scienza!

I risultati dello studio sono stati resi noti da un esperto del settore: lo scienziato neozelandese James Flynn.

Secondo le ricerche svolte, il QI delle donne è risultato superare di gran lunga quello degli uomini, in quanto le donne possiedono una maggiore capacità di adattamento alle difficoltà della vita.

Questo risultato è il frutto della modernità. Quando infatti sono iniziati gli studi sul QI, circa 100 anni fa, le donne ottenevano sempre risultati più bassi rispetto agli uomini, e questo era dovuto alle disuguaglianze sociali: le donne riuscivano ad avere un minore sviluppo cognitivo in quanto sono sempre state più svantaggiate.

Si capisce, come afferma lo stesso Flynn, che le differenze tra il cervello dell’uomo e della donna non sono di origine genetiche. 

Anche se il cervello dell’uomo ha una dimensione maggiore di quello della donna, quello della donna ha una percentuale più alta di materia grigia e un QI più alto; a questo si deve una maggiore capacità di sopportazione del dolore, riflessi più veloci, maggiore creatività e maggiore bravura nell’individuare i problemi e le loro soluzioni.

Secondo lo studioso, il QI delle donne e degli uomini sono cresciuti entrambi negli ultimi anni, a causa dell’aumento della complessità della vita che lo ha portato ad adattarsi e ad aumentare le proprie capacità; ma quello della donna è cresciuto di più.

Flynn attribuisce questo maggiore sviluppo al fatto che le donne, essendo stressate fa famiglia e carriera, hanno sviluppato la capacità di pensare e fare più cose contemporaneamente: sono multitasking.

Beh direi che, a parte i dati scientifici, erano tutte cose di cui noi donne già c’eravamo accorte. E’ ora il caso però di rendere consapevoli anche gli uomini e non farli vivere più nell’illusione di essere superiori a noi!

Rispondi