Dipendenza da smartphone? File riservate al cinema

Secondo un recente studio, l’utente di device mobile controlla mediamente il proprio smartphone circa 150 volte al giorno, un chiaro segnale di come questi device stiano finendo per creare quella che può essere configurata come una vera e propria dipendenza. Certo, non siamo alla stregua della dannosità di una tossicodipendenza, però…

Conscio del problema, il direttore della catena di cinema statunitense AMC Theatres, che ha un parco di 400 sale negli USA, ha avuto una grande idea (grande soprattutto per i possessori di smartphone): invece di impedire coattamente l’utilizzo dello smartphone durante la proiezione dei film sono state infatti create delle file terapeuta tascabile app cellulare rilevatore dell’umorespeciali destinate a contenere gli utilizzatori compulsivi di SMS e Internet mobile.

In pratica, l’ultima fila delle sale cinema così modificate sarà riservata ai possessori di smartphone che non riescono a tenere spento il loro device e sarà anche dotata di barriere anti-rumore e anti-luce, così da non disturbare gli altri spettatori. E in Italia vedremo mai una soluzione del genere?

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi