Chirurgia e perdita di peso: meno rischi di diabete, malattie cardiache e cancro?

Una nuova ricerca suggerisce che la chirurgia, per la perdita di peso, può invertire gli effetti dell’invecchiamento. Dopo l’intervento, i telomeri ( biomarcatori genetici che svolgono un ruolo nella maturazione delle cellule) di alcuni pazienti si sono allungati, suggerendo un’inversione del processo di invecchiamento. Solitamente, i telomeri si accorciano, quando una persona invecchia.

Il dottor John Morton, direttore di Chirurgia Bariatrica presso il Stanford University Medical Centre, ha dichiarato: “l’obesità ha un effetto negativo sulla salute, provoca l’invecchiamento precoce e riduce l’aspettativa di vita. Questo è il primo studio a dimostrare che la perdita chirurgica di peso può essere in grado di invertire gli effetti…se i telomeri si allungano, è probabile che s’invertono gli effetti dell’invecchiamento e si ha un minor rischio di sviluppare una vasta gamma di malattie, legate all’età come il diabete di tipo 2, malattie cardiache e respiratorie, e alcuni tipi di cancro”.

I ricercatori della Stanford University hanno studiato i dati genetici di 51 pazienti, prima e dopo l’intervento chirurgico di bypass gastrico. I tre quarti dei pazienti erano donne e la loro età media era di 49 anni. In media, dopo l’intervento chirurgico, i pazienti hanno perso il 71 per cento del loro peso in eccesso e hanno cancro chemioterapia tumore ricerca dcavisto, nel loro corpo, il livello di infiammazione diminuire di oltre il 60 per cento. I ricercatori hanno anche notato un calo della loro insulina a digiuno – un indicatore del rischio di diabete di tipo 2 – entro 12 mesi dalla chirurgia.

Misurando la lunghezza dei telomeri di ogni paziente prima e dopo la loro perdita di peso, i ricercatori hanno scoperto che, dopo il bypass gastrico, alcuni dei telomeri dei pazienti sono diventati più lunghi. I benefici sono stati più pronunciati nei pazienti, che avevano alti livelli di “colesterolo cattivo” e di infiammazione, prima del loro intervento chirurgico .

I ricercatori affermano che ulteriori studi sono necessari, per confermare gli effetti diretti della lunghezza dei telomeri sulla salute.

La ricerca è stata presentata in occasione della ObesityWeek 2013, un evento ospitato dalla American Society for Metabolic and Bariatric Surgery e The Obesity Society.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi