Change the way: gli studenti scendono in piazza contro i tagli alla scuola

Protestare in piazza per non passare inosservati e difendere il proprio diritto allo studio: è questo il motivo che porta oggi molti studenti nelle piazze italiane, ancora una volta. Una mobilitazione nazionale che giunge quasi a distanza di un mese dall’ultima manifestazione dello scorso 11 ottobre e che porta lo slogan di “Change the way – Invertiamo la marcia!”.

Un’iniziativa che coinvolge tutta Italia e vede scendere in piazza sia gli studenti dei licei che quelli delle università. L’idea è quella di manifestare contro la legge di stabilità, per difendere non soltanto l’istruzione pubblica, ma rivendicare soprattutto quello che è il diritto allo studio di ciascun ragazzo/a e il libero accesso al scipero manifestazione studenti lavoratorimondo della cultura.

Sul tema si è espresso anche il portavoce nazionale della rete degli studenti medi Daniele Lanni, il quale ha spiegato:

oggi abbiamo iniziato la giornata portando una lettera al Ministro in cui le poniamo 10 domande. Sono le 10 domande degli studenti, sul diritto allo studio, sul futuro della nostra generazione, su come deve essere la scuola e l’università del futuro“.

 

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi