C’era una volta in Anatolia, Le Paludi della Morte, Adorabili Amiche e 21 Jump Street

In men che non si dica metà giugno è arrivata, e com’è tipico della distribuzione italiana, per ora i titoli importanti si fanno attendere. Resta il fatto che questo fine settimana al cinema si presenta eterogeneo anche se non troppo affollato e sicuramente anche i più esigenti troveranno un film di loro gusto.

C’era una volta in AnatoliaCominciamo con il cinema europeo, che questo fine settimana ci presenta C’era una volta in Anatolia, film turco diretto da Nuri Bilge Ceylan e apprezzatissimo al Festival di Cannes del 2011, dove ha conquistato il Gran Prix. Nella storia, un commissario di polizia indaga su un omicidio e cerca un cadavere per le steppe dell’Anatolia, con lui l’unico che può aiutarlo a trovare il corpo: il presunto omicida.

Una storia semplice ma raccontata intensamente, ambientata in un mondo isolato e sospeso nel tempo. Dismessi i panni dell’eroe Perseo, Sam Warthington torna in veste contemporanea, in un thriller dai tocchi dark in cui recita accanto a Jeffrey Dean Morgan. Il film ispirato ad una storia vera, racconta la storia del detective Mike Sounder, che insieme al suo partner Heigh è alle prese con una serie di omicidi e sparizioni in un’area paludosa chiamata “Killing Fields”.

Il film, dal titolo Le Paludi della Morte, sancisce l’esordio alla regia di Ami Canaan Mann, figlia del grande Michael Mann, e vede nel cast anche Chloe Moretz e Jessica Chastain. Arriva al cinema Venti anni, film documentario diretto da Giovanna Gagliardo che racconta la storia di Giulio e Marta, una coppia di quarantenni che vivono a Roma tirando avanti con lavori saltuari.

Ma Giulio e Marta non sono persone comuni, loro erano tra quella folla di persone festanti che il 9 novembre del 1989 era a Berlino, ad attraversare il muro, finalmente. Attraverso gli occhi dei due protagonisti, la regista racconta prospettive e speranze che per la coppia sono ancora rosei e pieni di speranza. Nelly, Gabrielle e Chantal sono tre cinquantenni tra di loro sconosciute che hanno in comune Philippe, ex amore di tutte e tre che ha deciso di invitarle al suo fastoso matrimonio. La commedia, tra alti e bassi, segue le relazioni che s’istaurano tra le tre protagoniste con qualche riflessione sullo scorrere del tempo e sulla mezza età.

Film francese dal titolo Adorabili Amiche, è diretto da Benoit Pétré. Torna al cinema Sacha Baron Cohen, l’attore americano che ha fatto della trasgressione e del cattivo gusto il suo biglietto da visita. Dopo essere diventato reporter in Borat e modello in Bruno, Cohen si trasforma per l’occasione in Dittatore, in un film che prende di mira non solo tutte le dittature mediorientali ma che sbeffeggia anche le democrazie occidentali che millantano pace e libertà, coltivando segreti rapporti, soprattutto a sfondo economico, con i Paesi del Medioriente.

Il Generale Aladeen ha dedicato la sua vita a combattere ogni forma di democrazia, ma il suo viaggio negli Stati Uniti gli darà una nuova prospettiva sul mondo. Nel cast del film anche Sir Ben Kingsley, John C. Reilly, Anna Faris e in piccoli ruoli Megan Fox e Edward Norton.

Chiude la nostra rassegna del week end 21 Jump Street, un film a metà tra la spy story e la teen comedy ispirata alla serie tv anni ’80 che vide l’esordio di Jhonny Depp. Nella storia, Channing Tatum e Jonah Hill sono due poliziotti sotto copertura, infiltrati in un liceo per sgominare un traffico di droga. I due riusciranno a combinare più guai di quanti se ne possano permettere finendo per compromettere la loro posizione. Film vivace e ben scritto, rappresenta un bell’esempio di commedia demenziale che riesce a catturare l’attenzione con una buona regia ed una straordinaria alchimia trai protagonisti. Cameo d’eccezione per Depp.

Rispondi