Cancellieri: ci sarebbe una terza telefonata ai Ligresti

Spunta la terza telefonata, non “riferita” alla Camera tra Annamaria Cancellieri, ministro della Giustizia del Governo Letta, e i Ligresti. Settimana prossima ci sarà il voto sulla fiducia al Ministro e alla Camera il PD tra Civati, Renzi e Cuperlo è tutto indirizzato verso la richiesta di dimissioni.

Cancellieri_riferisce_al_SenatoIl caso sembrava chiuso e il voto di sfiducia nei confronti del ministro Cancellieri un passaggio dovuto, ma senza insidie. Ma ecco una terza telefonata da parte del Ministro ai Ligresti e la posizione del Guardasigilli di Enrico Letta si fa un’altra volta complicata. E a preoccupare Premier e Ministro della Giustizia è soprattutto il Partito Democratico, che spaccato tra Civati, Renzi e Cuperlo potrebbe votare a macchia di leopardo la sfiducia… Anzi, notizia delle ultime ore, Civati e Cuperlo hanno “chiesto” di valutare le dimissioni, mentre i renziani tacciono, eppure Matteo Renzi a Servizio Pubblico disse che secondo lui il Ministro si sarebbe dovuto dimettere.

In questo clima il PDL aspetta il Consiglio Nazionale di sabato, pronto in caso d’incidente (sfiducia alla Cancellieri) a chiedere la poltrona del Guardasigilli, creando un altro momento di frizione nelle larghe intese. E se tutto questo accadesse prima del voto per la decadenza di Silvio Berlusconi, potrebbero esserci risvolti inattesi. Sembra quasi che lo scoop giornalistico di Repubblica inguai il Governo delle larghe intese e possa favorire ancora una volta il Cavaliere.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi