Boldrini: contro di me “potenziali stupratori”; il M5S chiede le dimissioni

Sembra non si tratti più di un Paese civile, se ancora civile si può definire l’Italia, eppure le ultime burrascose vicende parlamentari che hanno coinvolto il Presidente della Camera Laura Boldrini sembrano davvero sfiorare la fantascienza.

Laura_Boldrini_QuirinaleDopo il feroce episodio dei giorni scorsi, con l’aggressione fisica nelle aule parlamentari e la “rivolta” dei 5 Stelle, le critiche e le proteste contro la Boldrini da parte dei grillini non si sono fermate, proseguendo sul web. Grillo, sul suo blog, ha infatti scritto una frase provocatoria, volta chiaramente ad istigare commenti coloriti: “Cosa succederebbe se ti trovassi la Boldrini in macchina?”. E infatti i suddetti commenti non si sono fatti attendere, frasi prevalentemente a carattere sessista che sono stati poi cancellati dai responsabili del blog. La reazione della Boldrini, terza carica dello Stato, è stata ovviamente immediata. La presidente della Camera si è detta (giustamente) ferita da commenti violenti e sessisti, definiti letteralmente da “potenziali stupratori”. 

Ha continuato dicendo che le proteste dei 5 Stelle mirano a “sfasciare tutto” e invitando gli altri gruppi parlamentari a riprendere il controllo e a collaborare per far andare avanti le cose. Ma i grillini non mollano; il vice presidente della Camera, il 5 Stelle Luigi di Maio, sostiene che ormai la Boldrini non è più super partes, e che non rappresenta più con equanimità tutto il Parlamento, di concerto tutti i membri del gruppo affermano: non si sentono più rappresentati dalla Boldrini, e vogliono le dimissioni.

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi