BitCoin avvelenati per gli utenti Mac

Con la loro sempre maggior diffusione i BitCoin sono diventati oggetto delle attenzione degli hacker. Ed eccone le conseguenze…

Il primo problema è stato scovato da SecureMac, società che si occupa di sicurezza informatica, su piattaforma Mac. Questa società ha infatti scovato un trojan che prende di mira i computer della Apple e “ruba” i bitcoin agli ignari utenti. Veicolo dell’infezione è l’applicazione StealthBit, sponsorizzata come piattaforma per ricevere pagamenti in BitCoin, ma in realtà veicolo del trojan che, una volta installatosi sul Mac dell’utente di turno, memorizza le credenziali d’accesso ai siti per estorcere informazioni utili da quelli che trattano la moneta virtuale.

La cosa suona un po’ come una beffa, visto che Apple ha deciso di vietare l’utilizzo dei BitCoin per le transazioni sulle sue App, ma era più o meno attesa. BItCoinLa diffusione delle transazioni tramite BotCoin è in costante aumento, nonostante la valutazione della moneta digitale, o criptomoneta, come sempre più spesso viene definita, sia una continua altalena di alti e bassi. L’interesse verso i BitCoin è testimoniato anche dal fatto che Bing, il motore di ricerca di Microsoft, l’abbia inserita nel suo convertitore di monete.

In Italia i negozi che accettano pagamenti in BitCoin sono ancora pochi, ma comprendono hotel e Bed & Breakfast, negozi di informatica, professionisti del settore e altro ancora. Per avere una mappa aggiornata con i negozi nei quali potrete acquistare potere dare un’occhiata al sito coinmap.org. E se avete un Mac, state attenti a non farvi rubare i vostri “sudati” risparmi digitali…

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi